KNEELING JUMP & SNATCH

Partenza

Kneeling position/inginocchiato, il bacino sollevato dai talloni, la powerbag esattamente davanti alle ginocchia.

Esecuzione

A – Carica il bacino flettendo all’indietro e accompagnando il movimento con le braccia.


B – Esegui un salto da fermo atterrando sui piedi atterrando in posizione accosciata e afferrando la presa media della bag con le mani.


C – Con la propulsione di gambe e braccia (l’immagine è quella di un salto) esegui uno snatch della powerbag con entrambe le mani. Fermati un attimo nella fissazione finale. Torna lentamente giù e ricomincia.

Focus on:

  • potenziamento catena estensoria dell’anca
  • muscolatura profonda del core
  • muscoli superficiali del core
  • trapezi
  • spalle
  • tricipiti
  • componenti elastiche e miofasciali

Discussione

Mi piace e molto. II salto è un gesto che dentro di sé ha tutto, il salto è l’anima del funzionale. Rinunciare a sistemi articolari importanti per la propulsione, quali le articolazioni tarso-metatarsiche, sub-astragaliche e tibio-tarsica, e chiedere alla catena estensoria dell’anca un salto (kneeling jump) significa potenziare la capacità propulsiva e la potenza soprattutto della coxo-femorale.

É un esercizio di potenziamento per l’anca e per niente banale, soprattutto perché una volta effettuato il salto dalla posizione inginocchiata dobbiamo nuovamente “saltare”, cioè esprimere propulsione, per lanciare la powerbag sopra la testa in snatch. Ovviamente non è per principianti, piuttosto per intermedi o avanzati, ma è un grande esercizio e con tanto di círcoletto rosso.

Ricordiamo a tutti gli appassionati che il libro la Verità sull’Allenamento Funzionale è edito da ELIKA editrice e si trova in vendita nelle migliori librerie.

 

Close Menu
×

Cart