ONE LEG KICK

Proseguendo il filone degli esercizi senza attrezzi, proviamo ad alzare leggermente il livello. Oggi descriviamo il One Leg Kick, un esercizio che cela un mondo dietro di se, perché richiede forza e resistenza, ma anche armonia e coordinazione. Come sempre il segreto della buona riuscita è nell’esecuzione corretta di ogni singolo passaggio. Pronti?

Partenza
Posizionati in quadrupedia con le ginocchia leggermente sollevate dal terreno e gli avampiedi in appoggio al suolo.

Esecuzione
A – Appoggia il braccio sinistro a terra, porta la mano destra al petto, ruota il tronco e il bacino verso destra e distendi la gamba sinistra verso destra, col piede a martello.
B – Ritorna in quadrupedia cpon le ginocchia sollevate e gli avampiedi in appoggio.
C – Solleva la mano sinistra portandola al petto, poi ruota tronco e bacino verso sinistra, allungando la gamba destra verso sinistra. Completa le ripetizioni richieste.

Focus on

  • core
  • fascia addominale
  • obliqui
  • parascapolari
  • tricipiti
  • quadricipiti

Discussione
Nell’O.L.K. (one leg kick) c’è tutto: mobilità, stabilità, forza e resistenza, coordinazione motoria, economicità nel gesto. Non è un esercizio, è un gesto, e come tale va ripetuto sviluppandone tecnica e armonia. Il movimento deve essere fluido. io lo vedo come un esercizio di mobilizzazione sopratutto per l’area bacino-core-anca, però anche l’azione degli stabilizzatori della scapola è importante e si sente.

Prossimo appuntamento con PISTOL SQUAT!

Ricordiamo a tutti gli appassionati che il libro la Verità sull’Allenamento Funzionale è edito da ELIKA editrice e si trova in vendita nelle migliori librerie.

Close Menu
×

Cart